Il 21 e il 22 ottobre parteciperò al 31° convegno di Capri del Gruppo Giovani di Confindustria: tema dell’incontro sarà “Forti. Progetti, non poteri”. Qui potete trovare il link alla manifestazione.

Nel programma condiviso qualche giorno fa, si parla della consapevolezza che una programmazione per rimanere solamente a galla porta ad affogare e che se si vuole avere risultati bisogna correre, dare valore aggiunto, trasformare i principi astratti in concrete opportunità.

Saranno ospiti figure di spicco del Governo (Stefania Giannini, Giuliano Poletti, Maria Elena Boschi, Carlo Calenda), AD e presidenti di aziende, società e banche di grande prestigio (Ferrovie dello Stato italiane, Poste italiane, Mercedes-Benz Italia, Sace, Invitalia, Banco Popolare, etc) che spero possano essere in grado di liberarsi da populismi e frasi fatte per aiutarci, più che a progettare una strada, a figurarci un obiettivo, un traguardo da raggiungere.

Siamo giovani, magari anche poco abituati a palcoscenici d’élite come Capri, ma abbiamo voglia di lasciare un segno, di liberarci dal fantasma di essere solo schiavi di questa crisi per poter dire:

“Sì, ce l’abbiamo fatta.

Non siamo solo la generazione delle comodità e dell’apatia da Smartphone, ma siamo in grado di cambiare il mondo.

Perché questo è il nostro sogno”.

The following two tabs change content below.
Ingegnere gestionale sognatore, 36 anni, ex-startupper diventato imprenditore, marito, papà di un bambino che spera possa crescere in un mondo in cui si fanno scelte più sostenibile. Innamorato della luce.

Latest posts by Alberto Giovanni Gerli (see all)